Crisi ed economia sociale: in Grecia le buone pratiche di Banca Etica

Banca Etica è tra le 'best practices' invitate a partecipare in Grecia all'incontro organizzato dal Gruppo dei Verdi al Parlamento Europeo e intitolato “Economia Sociale e imprese cooperative: opportunità di lavoro in tempo di crisi”. La tre giorni di incontri si apre oggi ad Atene e si concluderà l'8 luglio prossimo.

Crisi ed economia sociale: in Grecia le buone pratiche di Banca Etica
Il presidente di Banca popolare Etica, Ugo Biggeri, è stato invitato a illustrare l'esperienza del primo istituto di credito interamente dedito alla finanza etica nell'ambito della tre-giorni organizzata ad Atene dal Gruppo dei Verdi del Parlamento Europeo e in particolare dal parlamentare greco Nikos Chrysogelos. Oggetto dei 3 giorni di incontri saranno le opportunità offerte dall'economia sociale e dal modello di impresa cooperativa come strumento per uscire dalla crisi che colpisce tutta l'Europa e la Grecia in particolare.  Nel corso degli incontri saranno presentate diverse 'buone pratiche' messe in atto da cooperative sociali e imprese sociali in tutta Europa oltre a iniziative in corso in Grecia ne campo delle energie rinnovabili, del riciclo e riuso dei rifiuti, delle banche alternative, del commercio a kilometri zero e dei gruppi di acquisto solidale.  Stimolanti e attuali le domande a cui i relatori – accademici, tecnici e amministratori – cercheranno di dare risposta durante le 3 giornate: come sviluppare relazioni cooperative e basate sul mutuo supporto tra amministrazioni locali e imprese sociali; come reperire nuove forme di finanziamento per le imprese sociali attive in settori cruciali come la tutela dell'ambiente e della salute dei cittadini; come trasformare la crisi in un'opportunità per costruire un nuovo modello di sviluppo più sostenibile e rispettoso dei diritti di tutti. “E' un riconoscimento internazionale che ci fa molto piacere – spiega Ugo Biggeri, Presidente di Banca Etica – anche perché questo invito proviene da organizzazioni politiche, sociali ed economiche che in Grecia si stanno interrogando su come ripartire nel paese che sta vivendo più da vicino l'impatto dell'attuale crisi economico - finanziaria. Crediamo che la finanza etica, la cooperazione sociale, la partecipazione delle persone siano una risposta concreta per sperimentare un nuovo modello di sviluppo. Ma la nostra non sarà solo una testimonianza: ci auguriamo che la partecipazione a questa iniziativa possa essere un'ulteriore occasione per tessere relazioni e alleanze internazionali che speriamo ci permettano di attivare rapporti di collaborazione con realtà dell'economia sociale greca”.

Commenti

Banca Etica "ragiona" come tutte le altre banche: se hai soldi te li presta, ma se non hai soldi, anche se sai lavorare, non ti aiuta. Come tutte le altre banche. Esperienza personale.
GIOVANNI GREGORETTI, 06-07-2012 06:06
la mia esperienza con banca etica è del tutto diversa, banca etica fa molto per le piccole realtà solidali, basandosi sulla fiducia e sulla serietà delle persone
isabella innocenzi, 28-08-2012 12:28
gentile Isabella Innocenzi, con me banca etica, sede di Senigallia (AN) ha ragionato esattamente come le altre banche, niente di più e niente di meno. E' evidente che non ero da considerare affidabile da un punto di vista bancario. Ho anche fatto vedere i progetti in bioedilizia che stavo facendo in quel periodo e che rappresentavano un modo di costruire allora nuovissimo nella nostra zona; tale modo di lavorare, non certo speculativo, si rivolgeva di fatto al sociale in quanto portava avanti il concetto di casa sana. Ma siccome avevo due rate di un mutuo arretrate non mi hanno ne finanziato i progetti ne preso in carico il detto mutuo. Io sono una persona onesta, avevo "solo" una situazione bancaria difficile. Se mi avessero dato modo di lavorare avrei potuto sistemare ogni cosa. Per questi motivi mi arrabbio e anche molto quando sento dire che banca etica è diversa dalle altre banche in quanto prende in considerazione le persone e le loro finalità. Così come recitano i loro volantini pubblicitari. Per me non è stato così.
GIOVANNI GREGORETTI, 28-08-2012 05:28

Lascia un commento


Per lasciare un commento, registrati o effettua il login.