In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.

Filippo Schillaci SCRIVI ALL'AUTORE

Filippo Schillaci

E’ nato a Messina nel 1960. Lavora in part time alla seconda università di Roma. Dal 1996 vive in campagna nei dintorni di Roma autoproducendo buona parte del proprio cibo e utilizzando le risorse rinnovabili del luogo (acqua piovana, energia solare).
rnCollabora con il Movimento per la Decrescita Felice nel cui ambito si occupa di impatto ambientale dell’alimentazione. I suoi interessi teorici sono orientati prevalentemente sulla critica dell’antropocentrismo e sulla nonviolenza.
Si è anche occupato negli scorsi anni dei danni sociali dell’attività venatoria.rnParallelamente si occupa di fotografia dal 1982 e di linguaggio cinematografico dal 1994.
Ha sviluppato negli ultimi anni le interazioni fra l’immagine fotografica e altre forme di espressione audiovisiva e testuale, con forte attenzione al contesto ambientale.


Articoli di Filippo Schillaci su Il Cambiamento

Petizione europea contro la vivisezione: argomenti a confronto

Esperimenti e Vivisezione L’1 novembre 2013 scadrà il termine per firmare la petizione europea contro la vivisezione che si propone di sollecitare la Commissione Europea ad abrogare la direttiva 2010/63/UE sulla protezione degli animali utilizzati a fini scientifici e presentare una nuova proposta che abolisca l’uso della sperimentazione su animali. 25/10/13

Vivere sostenibile: la regola mancante (prima parte)

Culture per il Cambiamento Dai trasporti ai rifiuti, dal cibo locale alle energie rinnovabili. Quali sono le regole del vivere sostenibile? Molti sono i 'vademecum' dell'ambientalismo ma spesso vengono tralasciate le regole principali, senza le quali non si fa un solo passo avanti. Vediamo perché. 23/8/13

Una ragazza nel bosco, cronache oltre il frastuono

Stili di Vita Come si può aver cura di ciò che non si vede, di ciò che si è cancellato? L’immagine di una ragazza immersa nella quiete del bosco può risultare evocativa a tal punto da scaturire un flusso libero di riflessioni sul nostro modo di stare al mondo. In tempi dominati dalla frenesia e dal frastuono, il testo che segue può risultare 'anomalo', sembrare un racconto di fantasia. E invece non è altro che la cronaca di un fatto realmente accaduto. 13/8/13

Se l'animalista non è uno di noi. Vivisezione e (s)corretta informazione

Esperimenti e Vivisezione La qualità dell'informazione in Italia lascia a desiderare anche e soprattutto quando si tratta di questioni delicate e controverse come la vivisezione. L'analisi di Filippo Schillaci è rivolta a una pagina di giornale come tante, per comprendere nel concreto come la costruzione delle notizie incide sul nostro immaginario. 6/8/13

Alle radici della cultura della crescita c'è la cultura del dominio

Culture per il Cambiamento Praticata a colpi d'armi o con la forza dell'economia la cultura del dominio ha assunto diverse sembianze nel corso della storia e fino ai nostri giorni. Secondo l'archeologa Marija Gimbutas per rintracciare le radici di questa ideologia bisogna risalire all'epoca remota in cui la cultura dell’Antica Europa venne contaminata dalla visione kurgan, esaltatrice dell’espansione e della guerra. 30/12/12

San Jachiddu, quel forte espugnato su un pianeta che crolla (seconda parte)

Territorio Il degrado del parco San Jachiddu di Messina è uno dei tanti esempi della della non curanza verso la natura, l'ambiente e il Pianeta che ci ospita. Eppure, proprio un luogo come un parco ecologico potrebbe divenire un focolaio della vita reale ed un luogo di aggregazione e confronto sulle tematiche ambientali e sulle scelte consapevoli che dovrebbero guidare il nostro agire quotidiano. 17/10/12

San Jachiddu, quel forte espugnato su un pianeta che crolla

Territorio “Per chi l’ha adesso in mano, il parco non è un luogo vivo, non ha un significato in sé ma, ridotto ai soli muri del forte, è un semplice ed estemporaneo contenitore di spettacoli, finito ciascuno dei quali si chiude e si va via”. Filippo Schillaci ci racconta la sua visita al parco ecologico San Jachiddu, a Messina. 9/10/12

Energia, acqua, cibo: l’illusione del “nulla da pagare”

Clima “Nelle polemiche o nella rassegnazione fatalista nessuno pronuncia le due parole che invece tutti dovrebbero pronunciare. No, non 'spending review' bensì 'riscaldamento globale'. Nel mondo sta accadendo qualcosa, ed è quello”. Secondo molti scienziati siamo infatti ormai vicini al punto di non ritorno, quello in cui si innescherà un circolo vizioso che renderà il processo di global warming inarrestabile. 13/9/12

Gli alberi come maestri nei libri di Anna Cassarino

Culture per il Cambiamento 'Alberi monumentali d'Italia' e 'Alberi della civiltà'. Questi i titoli di due libri di Anna Cassarino che vedono come protagonisti silenziosi i più grandi esseri viventi della Terra, quelli che le danno un volto: gli alberi. 17/8/12

Terremoto in Emilia: “io il Parmigiano Reggiano non lo compro”

Dietro l'etichetta Il terremoto che ha messo in ginocchio l'Emilia ha colpito anche i magazzini di Parmigiano Reggiano. Negli ultimi giorni si sono dunque moltiplicati gli appelli per salvare il formaggio 'terremotato' e sostenere i caseifici che producono il prestigioso parmigiano. C'è però anche chi, come Filippo Schillaci, ha deciso di non rispondere a questo appello, in nome di “una solidarietà di ordine superiore”, quella verso il pianeta.. 6/6/12

Quando abbocca l’ambientalista: la favola della pesca sostenibile

Caccia I consumi di pesce hanno falcidiato le popolazioni ittiche in tutti i mari e gli oceani del pianeta. Eppure l’interesse primario anche di chi afferma di avere a cuore le cosiddette buone pratiche della sostenibilità ambientale, continua ad essere quello di conservare le proprie abitudini alimentari convenzionali. 16/4/12

Dimenticate la primavera, al Museo della Resistenza di Lucca

Guerre “Quando superate quella soglia tutto questo rimane fuori. Fra quelle pareti è sempre inverno”. Filippo Schillaci ci racconta la sua visita, in un giorno di primavera, al Museo della Resistenza di Lucca, un museo di guerra che racconta di orrore e sofferenza umana. 21/3/12

Se i pruni fioriscono a ottobre, il vero prezzo dei cambiamenti climatici

Clima Quali motivi di inquietudine possono esserci in tranquille immagini primaverili di pruni in fiore? Molti, se si considera che queste fotografie sono state scattate in ottobre. Le conseguenze dei cambiamenti climatici sono sotto i nostri occhi, basta volerle vedere. 5/12/11

Quattro nuovi capitoli per 'La decrescita felice'

Recensioni La nuova edizione del libro di Maurizio Pallante 'La decrescita felice' contiene quattro nuovi capitoli che lo arricchiscono e che da soli meritano una recensione. Gli argomenti trattati sono: le città, l’alimentazione a base di carne, il denaro, la popolazione. 8/11/11

Vivere sostenibile: la regola mancante (seconda parte)

Vegetarianesimo e Veganesimo "L'ambientalista medio ha maturato un notevole grado di sensibilità verso cose come l'efficienza energetica, la gestione dei rifiuti, il riuso, il non consumismo, ma ciò non è vero per le scelte alimentari che risultano quasi sempre molto prossime alla convenzionalità". Perché l'argomento alimentazione è il 'grande assente' nelle regole del buon vivere sostenibile? 7/10/11

Consumatori di videogiochi e necrofilie quotidiane

Stili di Vita La Corte Suprema degli Stati Uniti ha deciso che le vendite di videogiochi violenti a minorenni non possono essere vietate. Ma perché molti giovani trascorrono così tanto tempo in compagnia di desolanti videogames, in cui regnano l'orrore e la violenza, da cui ricavano persino un malsano senso di gratificazione? Una valida spiegazione può essere trovata nel principio fondante della nostra società, quello della crescita continua che confonde bellezza e bruttezza, scontro e relazione. 29/6/11

L’altro abitare: un 'condominio solidale' a Fidenza (Quinta parte)

Modi di abitare L'aspetto relazionale, pilastro di un condominio solidale, costituisce anche una preziosa risorsa per il territorio: si diventa attivi, non più passivi ricettori ma realizzatori di servizi, anche se non istituzionalizzati. Vi proponiamo la quinta ed ultima parte dell'intervista che Filippo Schillaci ha fatto ai membri del gruppo Ecosol di Fidenza, che stanno avviando un’esperienza di cohousing. 3/6/11

L’altro abitare: un 'condominio solidale' a Fidenza (Quarta parte)

Modi di abitare Vi proponiamo la quarta parte dell'intervista che Filippo Schillaci ha fatto ai membri del gruppo Ecosol di Fidenza, che stanno avviando un’esperienza di cohousing. Il progetto è stato praticamente approvato e al momento è in corso la verifica dei costi. 27/5/11

L’altro abitare: un 'condominio solidale' a Fidenza (Terza parte)

Eco-vicinato Di seguito la terza parte dell'intervista che Filippo Schillaci ha fatto ai membri del gruppo Ecosol di Fidenza, che stanno avviando un’esperienza di cohousing. In questa puntata Fulvia, Luca, Fabio e Lucio ci descrivono più dettagliatamente le caratteristiche del 'condominio solidale': dagli spazi agli arredi, dagli elettrodomestici all'energia. 19/5/11

L’altro abitare: un 'condominio solidale' a Fidenza (Seconda parte)

Eco-vicinato "Forse la denominazione che più ci rappresenta è 'condominio solidale'. Ci piace di più come concetto, perché solidale col territorio, tra di noi: spicca più l’aspetto relazionale". Di seguito la seconda parte dell'intervista che Filippo Schillaci ha fatto ai membri del gruppo Ecosol di Fidenza, che stanno avviando un’esperienza di cohousing. 12/5/11

 

I LIBRI DI
Filippo Schillaci

TRE - Tecnici Risparmio Energetico