Los Angeles: il "lunedì senza carne" per la salute nostra e del pianeta

La giunta della città californianadi Los Angeles ha deciso di supportare ufficialmente i "meatless mondays", i lunedì senza carne. La carne d’allevamento infatti rappresenta uno dei principali problemi per la nostra salute ed uno dei fattori di maggior inquinamento globale.

 Los Angeles: il
Ridurre il nostro consumo di carne sarebbe un’ottima ricetta per la salute tanto degli esseri umani quanto del pianeta. Non sempre però ci riusciamo: le nostre abitudini alimentari – in parte indotte - spesso ci portano a mangiare più carne del dovuto e rendono molto difficoltoso il privarsene. Se nel 1961 il fabbisogno complessivo di carne nel mondo era di 71 milioni di tonnellate, nel 2011 si sono superate le 300mila. Se il trend resterà invariato si stima che nel 2050 il fabbisogno sarà raddoppiato rispetto ad oggi. Avremmo bisogno di una spinta per cambiare. Dev’essere quello che hanno pensato al Comune di Los Angeles, California, dove l’amministrazione ha deciso di sponsorizzare i “Meatless Mondays”, i lunedì senza carne. L’iniziativa in realtà ha origini lontane. Durante la prima guerra mondiale, la US Food Administration esortò le famiglie a ridurre il consumo di prodotti fondamentali per aiutare lo sforzo bellico. "Il cibo vincerà la guerra", proclamava il governo. Così furono introdotti i 'lunedì senza carne' e i 'mercoledì senza grano' per incoraggiare gli americani a fare la loro parte. La campagna ebbe successo e fu restaurata durante la seconda guerra mondiale e mantenuta anche nel periodo successivo, quando Roosevelt impose il razionamento per contribuire ad alimentare l'Europa devastata dalla guerra. Più recentemente – nel 2003 - i lunedi senza carne sono stati riesumati dall’avvocato e salutista statunitense Sid Lerner che ha promosso l'iniziativa trasformandola di fatto in un movimento globale con una vasta rete di enti partecipanti, dagli ospedali alle scuole, cantieri e ristoranti di tutto il mondo. La decisione della giunta di Los Angeles sembra oggi consacrare definitivamente l’usanza di non mangiare carne il lunedì. Nella risoluzione adottata il 24 ottobre si legge: "Si delibera che il Consiglio della città di Los Angeles qui dichiara tutti i lunedì come "lunedì senza carne" sia in sostegno agli sforzi per una sostenibilità globale, sia per incoraggiare ulteriormente i residenti a mangiare una dieta più varia a base vegetale, per proteggere la loro salute e proteggere gli animali". Come si intuisce dalla delibera i motivi della rinnovata fortuna globale dell’iniziativa sono del tutto diversi da quelli originari. Non si tratta più di aiutare il paese a rifornire le proprie truppe in guerra, bensì di prendersi cura di se stessi e del mondo in cui viviamo. La carne d’allevamento infatti rappresenta uno dei principali problemi per la nostra salute ed uno dei fattori di maggior inquinamento globale. Secondo un recente studio della Harvard School of Public Health di Boston, un consumo di carne rossa superiore ai 42 grammi rischia di fare vivere meno a lungo: le probabilità di ammalarsi di cancro e malattie cardiovascolari aumenta del 20%. A livello globale invece il consumo di carne incide sia sul consumo delle risorse che sull’inquinamento. Oltre la metà delle terre fertili del pianeta viene usata per coltivare cereali, semi oleosi, foraggi, proteaginose, destinati agli animali. Cibo che altrimenti potrebbe essere usato per il consumo diretto degli esseri umani. E poi vi è il consumo di acqua: circa la metà dell’acqua potabile consumata negli Stati Uniti è usata per irrigare raccolti destinati a nutrire bestiame. Le deiezioni del bestiame finiscono spesso nelle falde acqifere, inquinandole. Insomma il consumo di carne è un’abitudine piuttosto nociva. Iniziative come quella della giunta californiana possono essere un buon metodo per incoraggiare i cittadini a modificare la propria alimentazione e rinunciare alla carne almeno per un giorno alla settimana.

Commenti

meno carne si mangia e meglio si sta!
GIOVANNI GREGORETTI, 21-11-2012 05:21
42 grammi ogni quanto?
v, 21-11-2012 05:21
cerchiamo di commentare seriamente! non siamo su feissbuck! Sinteticamente: si campa bene, anzi meglio, senza mangiare carne di nessun tipo. Io ho smesso di mangiare carne 30 anni fa. Le mie personalissime regole tollerano il pesce perchè più facilmente digeribile. Poi ognuno faccia come gli aggrada. Sarebbe bene che ci si informasse prima di esprimere pareri privi di senso.
GIOVANNI GREGORETTI, 22-11-2012 12:22

Lascia un commento


Per lasciare un commento, registrati o effettua il login.