In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.

NEWS » Comuni Virtuosi

Premio Comuni a 5 stelle: Massarosa vince la sesta edizione

di Alessandra Profilio - 24 Settembre 2012

massarosa
Vincitore assoluto della sesta edizione del Premio Comuni a 5 stelle è il comune di Massarosa, in provincia di Lucca

Si è tenuta sabato scorso, 22 settembre, a Corchiano, in provincia di Viterbo, la premiazione della sesta edizione del Premio nazionale dei Comuni a 5 stelle, promosso dall’Associazione dei Comuni Virtuosi, con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.


Comuni Virtuosi
Autore: Marco Boschini
Casa editrice: Emi - Editrice Missionaria Italiana
Leggi la scheda...

La premiazione si è svolta presso la Sala consiliare del Municipio di Corchiano (VT), alla presenza di Bengasi Battisti (sindaco di Corchiano), Luca Fioretti (Presidente Comuni Virtuosi) e Marco Boschini (Coordinatore Comuni Virtuosi), Fulco Pratesi (Presidente onorario WWF), Nicola Piovani (Pianista e compositore).

Il premio Comuni a 5 Stelle è nato nel 2007 su iniziativa dell'Associazione Comuni Virtuosi con lo scopo di individuare, valorizzare e premiare le buone prassi in campo ambientale nelle cinque categorie del bando: gestione del territorio, impronta ecologica, rifiuti, mobilità, nuovi stili di vita.

Vincitore assoluto della sesta edizione del Premio Comuni a 5 stelle è il comune di Massarosa, in provincia di Lucca. Tanti i progetti, le idee e le iniziative promosse e sperimentate dal comune lucchese di 22.500 abitanti. “Una strategia d’insieme volta a perseguire la sostenibilità del territorio”, si legge nelle motivazioni della Giuria.

Tra le iniziative sostenibili vi è la riqualificazione dell’ex oleificio Sais dove vi erano da tempo capannoni, ciminiere, silos e serbatoi interrati, che ha visto sorgere una piazza e un parco giochi. Nell'ambito della gestione del territorio va segnalata anche l’attivazione della Strada delle sorgenti, con il recupero delle 66 sorgenti immerse nei boschi e oliveti collinari.

Nel Regolamento edilizio comunale sono stati poi introdotti criteri di bioedilizia.

A Massarosa i cittadini interagiscono con l’amministrazione tramite l’uso intelligente delle nuove tecnologie e in particolare di due servizi 'intelligenti': Guardingo, attraverso il quale i residenti possono segnalare disservizi, problemi, proposte, e Alert System, che consente al Comune di avvertire tutte le persone via SMS (che si sono preventivamente iscritte) di eventuali problemi per la salute e la sicurezza.

Il comune lucchese ha poi deciso di puntare sull'energia pulita realizzando in particolare impianti fotovoltaici a terra, evitando però di sottrarre terreno fertile all’agricoltura ed intervenendo invece su due superfici 'compromesse', ovvero una discarica es una cassa di espansione. Altri impianti di fotovoltaico e di solare termico sono stati realizzati ricoprendo i tetti degli edifici pubblici, scuole, impianti sportivi, sedi istituzionali.

Grazie al progetto Eternit free l'amianto è stato rimosso da molti tetti di case e imprese e aziende agricole, mentre il comune ha aderito alla strategia internazionale Rifiuti zero.

Per la pubblica illuminazione e anche per le luci votive del cimitero comunale è stata adottata la tecnologia LED, mentre i riduttori di flusso montati negli spogliatoi degli impianti permettono a chi pratica sport nel territorio di ridurre al minimo lo spreco d'acqua.

Inoltre le mense scolastiche sono eco-sostenibili (acqua in brocca, filiera corta e prodotti biologici) e gli avanzi vengono consegnati gratuitamente ad alcune associazioni del comune per una distribuzione alle famiglie bisognose.

Case dell’acqua, car pooling, sporte riutilizzabili, prodotti sfusi, pannolini lavabili e mercati contadini rientrano poi tra le altre buone pratiche adottate dai cittadini di Massarosa.

Oltre a Massarosa, sabato scorso a Corchiano sono stati premiati anche gli altri vincitori del Premio 2012, divisi per categoria: Povegliano Veronese (VR) nella categoria “Gestione del territorio”; Montechiarugolo (PR) nella categoria “Impronta ecologica”; Oriolo Romano (VT) nella categoria “Rifiuti”; Lodi nella categoria “Mobilità sostenibile”; San Vito di Leguzzano (VI) nella categoria “Nuovi stili di vita”.

Quella di Corchiano è stata una due giorni (22 e 23 settembre) di incontri, presentazioni di libri, musica e convivialità, all’insegna del buonsenso e della concretezza.

Lo scorso fine settimana nel comune viterbese ha fatto tappa anche Daniel Tarozzi, dal 9 settembre in Viaggio nell'Italia che... cambia! . “Essere qui è fondamentale – scrive il direttore del Cambiamento - Amministrazioni talmente virtuose da lasciare increduli si ritrovano per due giorni in un evento che dovrebbe aprire tutti i tg nazionali. Ma la buona politica, che è la vera eversione, terrorizza il potere”.

A.P.

PAEA CONSIGLIA
Un lettore ha commentato questo articolo commenta commenta
26 Settembre 2012 21:47, ENRICO ha scritto:
ho capito bene? un impianto fotovoltaico a terra in una cassa di espansione? Non mi sembra proprio una realizzazione da premiare! ma forse il giornalista ha riportato male la informazione ...
 
Vuoi passare
dal virtuale al reale?

VAI ALL'AREA INCONTRI!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

TRE - Tecnici Risparmio Energetico