La caccia alle streghe e la Santa Inquisizione contro la medicina naturale: il caso della vitamina C

Domenico Mastrangelo, Senior Scientist al dipartimento di Scienze Mediche, Chirurgiche e Neuroscienze dell’Università di Siena, ha scritto un libro sull'efficacia della vitamina C, anche per contrastare il Covid, con oltre 300 voci bibliografiche. Eppure quando parla su YouTube viene censurato...

La caccia alle streghe e la Santa Inquisizione contro la medicina naturale: il caso della vitamina C

Il dottor Domenico Mastrangelo attualmente Senior Scientist al dipartimento di Scienze Mediche, Chirurgiche e Neuroscienze dell’Università di Siena, prestigioso medico in attività, ha approfondito le virtù eccezionali della vitamina C. Ha scritto recentemente il libro Fattore C per Macro Edizioni in cui, in maniera chiara ed efficace, spiega i benefici di questa vitamina per il contrasto di molte patologie anche gravi, compreso il Covid 19. Un libro documentatissimo con oltre 300 voci bibliografiche, precisi riferimenti scientifici e studi prestigiosi realizzati da medici di fama mondiale dove risulta che:

«La vitamina C è uno dei più potenti (se non il più potente) antivirali oggi conosciuti. La sua azione, come antivirale, può manifestarsi direttamente sulle particelle virali, o indirettamente, mediante il potenziamento della risposta immunitaria dell’ospite».

Ma pare che la vitamina C a qualcuno dia fastidio, dato che lo stesso Mastrangelo è stato pure censurato in video da YouTube, mentre restano visibili centinaia di migliaia di video ogni giorno dal contenuto che definire orribile,  osceno, assurdo, inutile e offensivo è un eufemismo. Però “stranamente” viene censurato un medico che parla di vitamina C. Ma perchè fa così paura chi parla di una cosa normalissima e naturale? Perché si arriva a censurarlo? Sono terribili e tremende le cose che dice? Inascoltabili? Nient'affatto, anzi! Eppure c'è qualcuno che evidentemente pensa che le sue parole debbano essere nascoste affinché nulla giunga alle orecchie e agli occhi degli italiani. Il luminare (per davvero) ha avuto il coraggio di parlare dei benefici di un rimedio naturale come la vitamina C che porta con se ... gravissimi "delitti" e cioè: non è brevettabile, costa poco e funziona.

Apriti cielo, ma come si permette questo medico di infrangere le regole auree del profitto in medicina che con la salute del prossimo deve far cantare il registratore di cassa?! E quindi si assiste al tentativo di criminalizzazione di questo come di altri rimedi efficaci e a basso costo, che però ovviamente non piacciono a chi lucra sulla salute e la paura della gente. Ma se veramente si è interessati alla salute, affinché le persone guariscano, stiano meglio, perché non prendere in considerazione tutti i sistemi che si dimostrano efficaci? Cosa c’è di male nel confronto, nella prova, anche solo nel contraddittorio? Nell’agire in questo modo se ne trarrebbero solo benefici, per la scienza, la medicina e la salute delle persone e sarebbe un agire sano, onesto, democratico e corretto. 

La sola medicina che può essere valida è infatti quella per cui non c’è alcun conflitto di interesse, dove qualsiasi medico o presunto “esperto” quando parla o scrive, dovrebbe essere quantomeno sottotitolato o esserne specificati tutti i suoi eventuali affari e relazioni con le case farmaceutiche, così che le persone possano stabilire se chi sta parlando lo fa con secondi fini o se effettivamente motivato in maniera disinteressata. Fino a quando non si agirà in questo modo, la credibilità di santoni prezzolati che pontificano da ogni dove, è zero. E meno che mai a personaggi del genere dovrebbero essere dati incarichi o responsabilità di rilievo che hanno a che fare con la sanità.

Oltre che descrivere gli appurati e scientificamente provati benefici della vitamina C per trattare numerose patologie, l’opinione in merito di Mastrangelo è quanto di più chiaro e sensato si possa dire sulla questione di una medicina al servizio delle persone e non del profitto.

«Gli interessi delle aziende che producono farmaci e vaccini non coincidono più (e forse non hanno mai coinciso) con quelli delle persone bisognose di cure, e prendere atto di questa dicotomia è un dovere morale degli uomini liberi, anche perché i fatti appena illustrati, ci dicono in maniera chiara e inequivocabile, che il potere corruttivo di chi detiene il business dei farmaci e dei vaccini è ormai fuori controllo, e ha investito tutti i settori della vita sociale, politica, economica e culturale» si legge nel suo libro.

E ancora: «In questa situazione di degrado morale, prodotta ed alimentata da Big Pharma, può sembrare utopistico proporre l’impiego della vitamina C e di altri rimedi naturali, per curare patologie anche gravi, come quelle descritte riguardo all’infezione da SARS-CoV-2; sopratutto perché la vitamina C, è una sostanza naturale, non brevettabile, mancante nell’uomo, utile ed efficace per numerose indicazioni terapeutiche e, sopratutto economica. Ma se la Medicina Basate sulle Prove (la Evidence Based Medicine) ha ancora un valore, i dati scientifici riportati in questo manuale, e la ricca bibliografia, sono un’indicazione rassicurante, per chi ha ancora a cuore i destini dell’essere umano, della libertà, della verità e della scienza».

«La vitamina C ad alte dosi, per via endovenosa e, ove possibile, l’ossigeno/ozonoterapia (sotto stretto controllo medico, nda), nella cura della Covid 19 e delle sue complicanze, sono una proposta terapeutica scientificamente fondata e sostenuta da una vasta letteratura scientifica, della quale solo le menti profondamente turbate e corrotte dallo strapotere economico di Big Pharma, possono non tenerne conto. Auspichiamo, pertanto, che tutte le coscienze libere vogliano al più presto prendere atto di questa realtà e che la professione medica ispirandosi alla deontologia e allo spirito di missione proprio di questa professione, scelga consapevolmente di abbandonare i deliranti progetti di chi ritiene giustificato speculare sulla salute, per riportare l’essere umano, con tutte le sue debolezze e fragilità, al centro del proprio progetto di vita e professionale».

 

eBook - Il Fattore CVoto medio su 1 recensioni: Da non perdere
L'Importanza della Vitamina CVoto medio su 38 recensioni: Da non perdere

Lascia un commento


Per lasciare un commento, registrati o effettua il login.