Niente vaccino Covid, niente stipendio? Come i media manipolano la realtà

I paragoni con la realtà descritta da Orwell nel suo celebre libro 1984 ormai sono verificabili ogni giorno. Un megafono unico e potente ci propina notizie che si contraddicono fra di loro costantemente, creando solo una voluta confusione. Spesso poi sono anche false. Vediamo cosa è accaduto a Belluno con la sentenza riguardante operatori sanitari non vaccinati per il Covid.

Niente vaccino Covid, niente stipendio? Come i media manipolano la realtà

I paragoni con la realtà descritta da Orwell nel suo celebre libro 1984 ormai sono verificabili ogni giorno. Un megafono unico e potente ci propina notizie che si contraddicono fra di loro costantemente, creando solo una voluta confusione. Spesso poi sono anche false.

Non importa dire le cose come stanno o riportare fatti verificati, l’obiettivo è dare di volta in volta la versione che più aggrada alla “voce del padrone”, chiunque esso sia. Degli innumerevoli esempi possibili, ve ne vogliamo mostrare uno, con il supporto del giornalista Matteo Gracis che ha analizzato una autentica bufala. Si tratta di una notizia recente data dell’informazione mainstream (cioè che segue la corrente dominante), dove veniva riportato che alcuni lavoratori del settore sanitario, rifiutando di vaccinarsi, avrebbero perso lo stipendio. Non solo nessun grande mezzo di informazione ha riportato correttamente la versione andando a verificarla, ma hanno pure tratto conclusioni e apprezzato una notizia che era falsa. Questo è l’ennesimo fatto che dimostra come chi dubita dell’informazione, e di quello che ci viene raccontato sulla questione covid, non è né un complottista, né un pazzo visionario, bensì semplicemente qualcuno che vuole vederci chiaro e dubita giustamente di notizie inventate ad arte. Ma ancora peggio del dare notizie false, è compiacersi se a qualcuno viene pure tolto lo stipendio, come se la situazione in cui siamo non fosse già gravissima per milioni di lavoratori.

 

 

 

Controllo Totale: Tecniche di Disinformazione e Controllo delle Masse
Julian Assange

Lascia un commento


Per lasciare un commento, registrati o effettua il login.